Vin nature : Qu’est-ce que c’est ? Meilleur que le vin classique ?

Vin nature : Qu'est-ce que c'est ? Meilleur que le vin classique ?

Il vino naturale è un argomento sempre più popolare e di tendenza nel mondo del vino. Rappresenta un’alternativa più rispettosa dell’ambiente e della salute dei consumatori. In questo articolo esploreremo cos’è il vino naturale, la sua storia, come viene prodotto e perché merita di essere preso in considerazione.

Definizione e storia del vino naturale

Il vino semplice, noto anche come vino naturale, è un vino prodotto con il minimo intervento possibile nella sua lavorazione. Ciò significa che l’uva viene coltivata senza l’uso di pesticidi, erbicidi o altre sostanze chimiche. Inoltre, il vino viene fermentato con lieviti indigeni naturalmente presenti sull’uva, senza l’aggiunta di lieviti commerciali o di sostanze chimiche per accelerare o controllare il processo.

Il vino naturale affonda le sue radici in metodi di produzione antichi, in cui i viticoltori producevano il vino senza l’ausilio di tecnologie moderne o di sostanze chimiche. Solo di recente questo approccio è stato riscoperto e promosso dai viticoltori desiderosi di preservare l’ambiente e di offrire vini più autentici e naturali.

Quando è nato il vino naturale e come viene prodotto?

Il movimento del vino naturale è nato in Francia negli anni ’80, con produttori come Marcel Lapierre e Jules Chauvet. Essi hanno messo in discussione le pratiche viticole convenzionali e hanno cercato di tornare a un approccio più naturale e rispettoso dell’ambiente. Da allora, il movimento si è diffuso in altri Paesi e sta guadagnando popolarità tra gli amanti del vino.

La produzione di vino naturale inizia con la coltivazione di uve biologiche o biodinamiche. Ciò significa non utilizzare sostanze chimiche, preservare la biodiversità e prestare particolare attenzione alla salute del suolo e delle viti.

LEGGERE ANCHE  Tutto quello che devi sapere su Gmail: Il tuo compagno affidabile nella gestione delle email

Una volta raccolte le uve, la fermentazione avviene con i lieviti indigeni naturalmente presenti nell’uva. Durante la fermentazione non vengono aggiunti additivi o sostanze chimiche e l’uso di solfiti è ridotto al minimo o del tutto assente.

Infine, il vino naturale viene generalmente imbottigliato senza filtrazione o chiarificazione, che possono conferirgli un aspetto torbido e un sapore più intenso e complesso.

Perché bere vino naturale?

Il vino naturale presenta diversi vantaggi rispetto ai vini tradizionali. In primo luogo, è più rispettoso dell’ambiente, poiché non richiede l’uso di sostanze chimiche e favorisce la biodiversità. Inoltre, i vini naturali sono spesso considerati più autentici e riflettono meglio il terroir e il carattere delle uve.

Infine, i vini naturali possono essere un’alternativa interessante per le persone sensibili ai solfiti o agli additivi presenti nei vini convenzionali, poiché in genere ne contengono meno o non ne contengono affatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *